Reginella

omaggio a Roberto Murolo

Reginella è una delle canzoni napoletane più famose di tutti i tempi. Pubblicata dalla celebre casa editrice musicale La Canzonetta, è stata scritta nel 1917 da Libero Bovio e musicata da Gaetano Lama a tempo di valzer. Moltissimi interpreti si sono cimentati in Reginella: tra le interpretazioni più riuscite è da ricordare quella di Roberto Murolo, con il suo stile di chansonnier, inclusa in un album monografico del 1969 dedicato a Libero Bovio.

Roberto Murolo - Reginella
Te si' fatta na vesta scullata, nu cappiello cu 'e nastre e cu 'e rrose... stive 'mmiez'a tre o quatto sciantose e parlave francese...è accussí?
Fuje ll'autriere ca t'aggio 'ncuntrata fuje ll'autriere a Tuleto, 'gnorsí...
T'aggio vuluto bene a te! Tu mm'hê vuluto bene a me! Mo nun ce amammo cchiù, ma ê vvote tu, distrattamente, pienze a me!...
Reginè', quanno stive cu mico, nun magnave ca pane e cerase... Nuje campávamo 'e vase, e che vase! Tu cantave e chiagnive pe' me!
E 'o cardillo cantava cu tico: "Reginella 'o vò' bene a stu rre!" T'aggio vuluto bene a te!
Oje cardillo, a chi aspiette stasera? nun 'o vvide? aggio aperta 'a cajóla! Reginella è vulata? e tu vola! vola e canta...nun chiagnere ccá:
T'hê 'a truvá na padrona sincera ch'è cchiù degna 'e sentirte 'e cantá...
T'aggio vuluto bene a te!
Facebook Twitter Google+ Pinterest
×
×

Log in